SoPhy, il calzino intelligente che aiuta i fisioterapisti

Sophy-il-calzino-intelligente_Sito.png

Non saranno alla moda e in linea con le tendenze del momento ma sicuramente avranno un grande impatto su chi li indosserà: stiamo parlando di SoPhy, i primi "calzini intelligenti", ideati da Deepti Aggarwal, ricercatrice dell’Università di Melbourne, che aiuteranno i fisioterapisti e i loro pazienti nei trattamenti e nelle cure a distanza. 

I calzini sono dotati di tre sensori incorporati che riescono a recepire e trasmettere le informazioni di chi li indossa: distribuzione del peso, movimenti e loro ampiezza, orientamento di gambe e piedi. Mentre chi li indossa cammina, i sensori registrano tutti i dati che il fisioterapista è in grado di analizzare e studiare grazie alla app ad essi collegata. 

La tecnologia, nata anche per fornire una consulenza a distanza in un paese come l’Australia dove le distanze possono rappresentare un vero problema per chi è impossibilitato a muoversi, non sostituirà la visita face to face. «Attraverso questo primo progetto - ha dichiarato la ricercatrice - speriamo di avviare un trend nella produzione di device in grado di creare best practice per le consultazioni mediche: non sostitutive delle visite dal vivo ma in grado di fornire supporto valido nell’interpretazione di cattive abitudini di pazienti dalla mobilità critica».