Si chiama Blue il robot low cost con braccia da culturista

Blue_Sito.png

Ha due possenti braccia meccaniche da culturista, ma le usa con grande garbo per piegare le camicie, disporre i fiori in vaso e afferrare oggetti di dimensioni ridotte senza lasciarli cadere. Si chiama Blue, ed è un robot guidato da un sistema di intelligenza artificiale che gli permette, tra le altre cose, di imparare dai propri errori. È sicuro per se stesso e per gli esseri umani, ma non solo, ha anche un altro enorme pregio: è un robot low cost.
 
Sì, perché per progettarlo e assemblarlo, i ricercatori dell’Università americana di Berkeley hanno speso la modica cifra di…Cinquemila dollari. Un prezzo davvero competitivo, che lo differenzia dagli altri automi con simili funzioni disponibili attualmente sul mercato, il cui costo si aggira (in media) sui quattrocentomila dollari.
 
Come spiega Pieter Abbeel, uno dei ricercatori di Berkeley che hanno sviluppato Blue, il prezzo contenuto del robot «È stato reso possibile nel momento in cui abbiamo rinunciato a una precisione sub-millimetrica dei movimenti, una caratteristica non necessaria a un robot destinato alle faccende domestiche».
 
Secondo i progettisti, Blue potrebbe dare un grande impulso allo sviluppo di robot per la casa, in grado di aiutare le persone nella gestione di piccoli lavori quotidiani. Robot sicuri, efficaci e soprattutto a buon mercato.