RTLS e RFID

Leggendo per internet e ascoltando le persone con cui mi capita di parlare di questo argomento ho deciso di scrivere qualche riga sullo RTLS. Intanto ho appena finito di leggere un articolo che dichiara che “A tutti gli effetti l’RTLS  è una variante dell’Rfid” !!!

No … direi proprio di no, vediamo di fare un po di chiarezza:

RFID: Radio Frequency Identification

si tratta di un sistema che senza contatto ed attraverso l’utilizzo di onde radio è capace di trasferire delle informazioni da un dispositivo, normalmente chiamato “tag” e il sistema di lettura. Alcuni “tag” sono “attivi” e quindi richiedono una batteria per alimentare il proprio sistema di memoria e trasmissione; altri “tag” sono “passivi” , non richiedono batterie e prendono l’energia necessaria per attivarsi da un campo magnetico indotto dalle antenne stesse. Alcuni “tag” possono essere riscritti piu volte anche durante il normale utilizzo e quindi fungere da memorie dinamiche direttamente collegate ad un oggetto. A seconda della tecnologia i “tag” RFID possono essere letti da pochi centimetri fino anche a qualche metro (in 255 HEC srl  siamo arrivato a 7 metri !).

RTLS: Real Time Location System (Real Time Locating System)

E’ un sistema di localizzazione della posizione che permette di determinare delle coordinate “geografiche” per un oggetto in tempo reale. Normalmente questi sistemi non si occupano di determinare la velocità o la direzione o l’orientamento spaziale in quanto in questi casi si preferisce parlare di sistemi di navigazione o di posizione.

Munendo un oggetto di un apposito “tag” è possibile determinare la sua posizione all’interno di una struttura attrezzata con apposite antenne e lettori, attraverso il segnale wireless che il “tag” stesso emette.

Pur essendo vero che il termine RTLS è stato coniato per identificare una sistema di localizzazione che utilizzava RFID attivi, in realtà oggi RTLS ha esteso il suo significato ad ogni sistema in grado di fornire una posizione spaziale di oggetti predefiniti.

In questo senso le tecnologie utilizzabili per realizzare un sistema RTLS sono differenti: RFID Attivi, RFID passivi, Ultrasuoni, Infrarossi, bluetooth, wifi … ed altre ancora. Ad esempio, se ben progettata, una rete WiFi 801.11 ed un sistema RTLS possono indicarvi la posizione di qualsiasi strumento (computer, telefono etc etc) collegato alla rete stessa ed indicarvi il piano, la stanza ed il perocorso della persona che ha con se quello strumento !

RTLS è un sistema recente che deve essere ancora “scoperto” in ambito industriale. I casi reali in cui si è applicata questa tecnologia hanno dimostrato ritorni del’investimento (ROI) molto elevati (nei prossimi post vi darò più informazioni). Si tratta di una tecnologia evoluta che poche società sanno “trattare” al momento ed il risultato può essere o meno raggiunto in base alla qualità del progetto.

La 255 HEC srl sta già studiando da tempo la tecnologia RTLS con RFID passivi … per stare al passo, per stare sempre un passettino avanti :-).
In questo momento stiamo sviluppando un progetto industriale reale di vaste dimensioni … un caso pratico, uno dei pochissimi in Italia … credo che due mani bastino oggi a contarli tutti :-), vi terremo al corrente su questo nuovo sistema !
Credo personalmente che il sistema RTLS porterà in poco tempo una nuova ondata tecnologica positiva nel mondo della logistica, del tracking, della tracciabilità cambiando anche il futuro modo di progettare i magazzini automatici e i magazzini tradizionali.

PS: per restare aggiornati:

  • iscrivetevi alla nostra newsletter cliccando qui, una sola mail al mese.
  • usate il campo “cerca” in alto a destra nelle pagine del nostro sito www.255.it inserendo la parola di ricerca che vi interessa, tipo RFID, oppure RTLS ed avrete una lista di tutti i post in cui parliamo di quell’argomento.

  •  Al termine di ogni post, in fondo alla pagina, il nostro sistema automatico cognitivo vi “legge nella mente” … ;-) … e vi suggerisce altri post legati a quello di vostro interesse che avete appena terminato di leggere … è il nostro “Leggi anche:”