Robotica e Intelligenza Artificiale: il tema arriva al Parlamento Europeo

venerdì, 17 marzo, 2017. ai, automazione, intelligenza artificiale, Machine Learning, robot, robotica

396 voti a favore,123 contrari e 85 astensioni: questi i numeri della risoluzione sul futuro della robotica firmata lo scorso febbraio dal Parlamento europeo. A guidare i parlamentari nella richiesta di una legislazione completa che garantisca standard in materia di sicurezza ed etica è stata la socialista lussemburghese Mady Delvaux.

In tre punti ecco cosa hanno chiesto i parlamentari europei:

 

 

  • di creare uno status giuridico specifico per i robot, al fine di stabilire chi è responsabile in caso di danni. Un esempio su tutti: gli incidenti provocati da auto senza conducente. La proposta è quella di stabilire un regime di assicurazione obbligatoria e un fondo integrativo al fine di garantire che le vittime di incidenti che coinvolgono questa tipologia di auto siano completamente rimborsati.  
  • istituire un codice etico di condotta sulla robotica per i ricercatori e progettisti per garantire che essi svolgano il loro lavoro nel rispetto delle norme legali ed etiche e che il design dei robot e il loro utilizzo rispetti la dignità umana.
  • valutare la creazione di un’agenzia europea per la robotica e l’intelligenza artificiale per fornire le pubbliche autorità di esperienza etica, tecnica e normativa.  

Come è ormai noto l’avvento dei robot ha creato grandissimi sussulti sul mercato del lavoro globale ed è il motivo per il quale i deputati hanno chiesto alla Commissione Europea di seguire da vicino questo processo con un occhio attento e vigile. A motivare la richiesta non solo l’esigenza di sfruttare appieno il potenziale economico di questi strumenti ma anche di garantire livelli standard e condivisi di sicurezza e protezione a marchio UE per evitare che i paesi sprovvisti di una norma in materia siano poi costretti a seguire quella stabilita da paesi terzi.

Potrebbe interessarti anche