Preparare una pizza premendo un pulsante: arriva dall’Australia il 3D food printing

3d-food-printing_Sito.png

È ormai noto a tutti che i nuovi modelli di IPhone escono in media ogni due anni. Ora provate a pensare: e se al posto del noto marchio a forma di mela fossero le vere mele a subire un upgrade con tanta frequenza? Oggi vi parliamo di un progetto di ricerca che si prepara a rivoluzionare il modo in cui prepariamo e mangiamo il nostro cibo. 

All’Università del Queensland a Brisbane, in Australia, un team di ricerca guidato dal Professor Bhesh Bhandari e dal Dottor Sangeeta Prakash sta mettendo a punto un sistema per stampare gli alimenti in 3D. L’obiettivo è quello di dare vita a una nuova generazione di alimenti ottenuti interamente tramite questo sistema, con notevoli vantaggi per tutto il settore alimentare: dalla nutrizione personalizzata e digitalizzata alla semplificazione delle catene di approvvigionamento, passando per la possibilità di ampliare le risorse di cibo a livello globale.

Le aree di applicazione sono pressoché infinite: pensiamo per esempio a individui con particolari esigenze alimentari, come i bambini o gli anziani con problemi di deglutizione. Se siamo in grado di stampare un tortino di carne che assomiglia a un qualsiasi altro hamburger – ma è molto più facile da ingoiare – possiamo offrire un reale miglioramento della qualità della vita di tutti. 

Oppure pensiamo alla possibilità di personalizzare non solo il gusto del cibo, ma anche il suo valore nutrizionale, offrendo alle persone alimenti su misura, che corrispondono perfettamente alle loro esigenze di salute. Potremmo persino trasformare il cibo in opere d'arte, stare comodamente seduti mentre il nostro elettrodomestico crea una bellissima scultura in pochi secondi. 

Intanto già nel 2009 noi italiani avevamo inventato e realizzato un distributore automatico in grado di impastare, preparare e cuocere il nostri piatto preferito: la pizza! Il progetto era nato in Trentino con il supporto dell’Università di Padova. Le stampanti 3D erano ancora lontane dal food, ma l’impasto, la preparazione e i gusto erano impressionanti. Se vi capita di passare per l'aeroporto di Malpensa potete vedere e assaggiare una pizza automatica pronta in 3 minuti! Impasto compreso! Se invece siete solo curiosi di vedere come è fatta, guardate il video!