Ogni like diventa un byte: gli algoritmi sono i trend hunter del futuro!

Gli-algoritmi-della-moda_Sito.png

Addio alle lunghe ricerche dei trend hunter in giro per il mondo. Oggi la caccia alle nuove tendenze è portata avanti da miliardi di dati memorizzati in database specifici: gli algoritmi sono il futuro della moda! Ogni nostra attività on line si trasforma in byte da analizzare e scandagliare: si tratta di milioni di tracce digitali che, filtrate e analizzate, diventano fonte preziosa di informazione per le aziende che sono cos’ in grado di conoscere, nei minimi dettagli, i gusti dei loro utenti.
 
La chiave del successo? Andare oltre la “semplice” analisi quantitativa. L’enorme mole di dati deve essere rielaborata attraverso insight qualitativi in grado di creare un approccio vincente nella strategia di targetizzazione, nella gestione della logistica, nella produzione, nello stoccaggio, nel buying e nel visual merchandising. In altre parole, offrire al cliente ciò che vuole, imparando a produrlo nella quantità esatta in cui lo vuole e dunque senza sprechi di materie prime, nel luogo in cui lo vuole e nel momento in cui lo desidera. Applicare l'Intelligenza Artificiale alla previsione della domanda e al miglioramento della customer experience potrebbe ridurre notevolmente i margini di errore.
 
Non stupisce che in aziende come Zara siano in organico tanti matematici quanti designer: gli informatici incrociano i risultati delle vendite in tempo reale con le tendenze del momento per avvicinarsi alle aspettative del consumatore in un sistema, sempre più automatizzato, che mescola dati, intelligenza artificiale e robotica, per dare alla luce collezioni sempre in linea con i gusti del momento.

Anche Amazon ha lavorato al suo AI Fashion Designer, un sistema in grado di apprendere il lavoro di stilisti e designer attraverso l’analisi di immagini di alta moda, per disegnare capi di abbigliamento nuovi e secondo i trend attuali. In sintesi: anche la creatività può essere una formula. Cybernetica, analisi dei dati, automazione, neuroscienza e intelligenza artificiale sono già al servizio del fashion.

Nel frattempo Federico Marchetti fondatore e amministratore delegato del gruppo Ynap ha già lanciato 8 by Yoox il primo brand di abbigliamento gestito dai big data (ne parlavamo qui), non stiamo più parlando di futuro, il futuro è qui ed è in Italia.