Occhio non vede… ci pensa la tecnologia

Occhio-non-vede_Sito.png

Sapere tutto del cibo che mettiamo in tavola con un colpo d’occhio: è ciò che promette di fare ImpactVision, sistema inventato da una startup californiana che, utilizzando telecamere iperspettrali, è in grado di analizzare a fondo la composizione degli alimenti. Dal contenuto nutritivo, allo stato di conservazione, passando per il grado di maturazione, ogni prodotto potrà essere analizzato da questa tecnologia che ha dalla sua un alto grado di affidabilità e un basso costo.
 
In un prossimo futuro questa tecnologia potrebbe essere applicata su larga scala e arrivare persino sui nostri smartphones. Le ricadute positive in termini di sicurezza alimentare, di lotta agli sprechi e alle contraffazioni sarebbero innumerevoli e quanto mai a favore dei consumatori. Basti pensare alla filiera della carne che, partendo dall’allevamento per arrivare sugli scaffali dei supermercati, prevede controlli continui che però per motivi di tempo e costi possono essere effettuati solamente su campioni di prodotto. Ma anche gli sprechi legati al consumo domestico potrebbero essere sensibilmente ridotti con uno strumento che ci sappia dire cosa nel nostro frigo è andato a male e cosa invece ancora può essere consumato. Senza dimenticare il campo delle frodi alimentari dove questa tecnologia potrebbe salvare i consumatori da vere e proprie truffe che attentano alla loro salute e al loro portafogli.
 
In definitiva potremmo tutti trarre grande giovamento da un’innovazione in grado di assicurarci che il cibo che stiamo mangiando è davvero quello che ci viene venduto: non fermarsi alle apparenze, in questo caso, è il futuro.