Lotta agli sprechi e alla contaminazione alimentare: Wasteless e Inspecto premiate dal Foodtech Accelerator di Deloitte

Inspecto-Wasteless_Sito.png

Sono in tutto sette, altamente tecnologiche e di (grande) successo le startup del settore agrifood premiate dal progetto Foodtech Accelerator a cura di Deloitte. Partito a maggio 2018 grazie alla collaborazione con aziende del calibro di Amadori, Cereal Docks e Gruppo Finiper, FoodTech Accelerator è un acceleratore che permette agli innovatori più promettenti a livello mondiale di lavorare insieme per innovare il settore retail e quello agroalimentare. Ad assumere il ruolo di hub internazionale d’eccellenza in questi settori è stata la città di Milano, dove lo scorso gennaio sono state presentate le sette startup vincitrici del progetto.

Tra queste, meritano menzione due start up israeliane: Wasteless, il primo software di Intelligenza Artificiale che fornisce il tracciamento automatico e in tempo reale dei prodotti agroalimentari destinati ai supermercati, permettendo di ordinarli in base alla data di scadenza (dalla più prossima in poi). Fa uso di un algoritmo che utilizza il machine learning per ottenere una soluzione di dynamic pricing. In questo modo le aziende del settore alimentare sono in grado di vendere ai propri clienti a prezzi concorrenziali, grazie a una notevole riduzione degli sprechi.

Inspecto, invece, opera nel campo della lotta alle contaminazioni alimentari. Come funziona? Prevede l’utilizzo di uno scanner portatile su scala nanometrica per il rilevamento precoce delle sostanze nocive direttamente sul campo. Inspecto può essere utilizzato da agricoltori, produttori e fornitori, in qualsiasi punto della supply chain. I dati scansionati vengono poi archiviati sul cloud e protetti da un sistema strutturato su un protocollo blockchain.

Queste e le altre cinque aziende selezionate avranno accesso a un pacchetto Smart Money, che prevede un contributo di 20.000 euro liquidi e di 50.000 euro in servizi, oltre alla possibilità di ulteriori fondi dai partner, restituendo in cambio il 6% di equity. A completare il tutto, la possibilità di usufruire di un servizio di mentoring e di spazi di co-working molto stimolanti: una full immersion in un ecosistema ricco di innovazione.