Lavorare non stanca: quando soddisfazione fa rima con risultato

Experts Exchange, il portale web rivolto ai professionisti dell’information technology che offre informazioni, statistiche, assistenza e servizi di job posting, ha recentemente reso noti i risultati di un’indagine svolta tra circa 20.000 membri del proprio network sul livello di soddisfazione della classe di lavoratori cosiddetti tecnologici.

Stando a quanto emerso, oltre il 70% degli intervistati dichiara di sentirsi apprezzato sul posto di lavoro e ritiene di svolgere una professione che permette di costruire un buon equilibrio tra vita personale e lavorativa.  Sebbene molti di loro soffrano la sedentarietà di queste professioni – in cui il rischio di stare seduti fino a 10 ore al giorno è molto alto, anche se le nuove proposte di stand-up desks possono rappresentare una valida alternativa – la ricerca mette in evidenza un rapporto direttamente proporzionale tra soddisfazione personale e rendimento professionale.

Le testimonianze della rete di Experts Exchange – uomini e donne, di differenti età e provenienza geografica –  hanno individuato nella creatività il primo degli elementi in grado di stimolare e incentivare le performance. Più che mero professionista della tecnologia, chi opera nel settore dell’IT si sente un risolutore creativo di problemi.

Questo anche perché nel settore tech l’attitudine al cambiamento da valore aggiunto sta diventando requisito imprescindibile. Trasformarsi significa non soltanto mettere in discussione il proprio paradigma pensiero-strategia-azione ma, anche e soprattutto, evolvere la propria figura professionale.  Gran parte degli intervistati, infatti, dichiara di aver più volte cambiato mansioni negli ultimi anni e di aver accolto le nuove prospettive di crescita professionale non come ostacoli ma come opportunità.

La ricetta perfetta per un buon lavoro prevede quindi conoscenza, professionalità, efficienza, impegno  e – soprattutto – entusiasmo. Approcciarsi al proprio lavoro un po’ come dei bambini – con coraggio e curiosità – aiuta ad aprire il pensiero a soluzioni nuove.

Ed è anche per questa ragione che la stragrande maggioranza degli intervistati dichiara di sentirsi soddisfatto e apprezzato facendo questo lavoro per via della possibilità di seguire la propria passione, costruendo la propria professionalità senza snaturare la propria indole ma anzi implementando il livello di efficienza delle performance e contribuendo in modo rilevante ai rendimenti della propria azienda.