Intelligenza Artificiale ed etica: la Commissione Europea istituisce una task force

Task-force-EU-su-AI.png

La Commissione Europea spinge l’acceleratore sul tema dell'etica nell’automazione: con cinquantadue esperti provenienti dal mondo accademico, delle imprese e della società civile chiamati a formare la task force High Level Group on Artificial Intelligence l’obiettivo condiviso è di costituire entro l’anno le linee guida etiche sul tema e, entro il 2019, produrre raccomandazioni comuni per implementare e favorire sviluppo, opportunità e tecnologie in tema di automazione. 

Equità, sicurezza, trasparenza, futuro del lavoro in un contesto di progressiva automazione, e ancora la tutela dei dati personali e del consumatore tout court sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati dal team di esperti che lavorerà in continuo dialogo con enti esterni, come per esempio l’European AI Alliance, piattaforma online creata per far confluire e condividere le migliori pratiche sull’etica dell’Intelligenza Artificiale e per creare reti e incoraggiare attività legate allo sviluppo dell’Intelligenza artificiale. 

Quattro gli italiani selezionati nella task force: Andrea Renda, esperto di innovazione digitale e ricercatore del Centre for European Policy Studies di Bruxelles. Francesca Rossi, ricercatrice per IBM, Stefano Quintarelli, presidente del Comitato di indirizzo dell’Agenzia per l’Italia digitale e Luciano Floridi, docente di filosofia ed etica dell’informazione a Oxford. 

È evidente che questo sarà un argomento molto interessante nel futuro, il nostro gruppo SW si sta già interrogando in questa direzione e sperimentazione di Cobot e BI affiancati alla AI sono già realtà.