Innovation Days: un road show ad alto tasso tecnologico per promuovere le imprese italiane negli USA

Innovation-Days_Sito.png

5 città americane per 5 settori ad alto potenziale tecnologico italiano: stiamo parlando degli Innovation Days, una serie di incontri organizzati per le imprese italiane  nelle più importanti aree industriali degli Stati Uniti fra giugno 2018 e gennaio 2019. Ad organizzarli è l’ICE (l’Agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese italiane) con l’obiettivo di promuovere la migliore tecnologia industriale italiana sul mercato americano.
 
5 città per 5 punte di diamante del made in Italy, si diceva: si parte da Detroit e Chicago a giugno per l’automotive e la manifattura avanzata, passando per San Francisco a ottobre per le start up, Houston in novembre per il settore aereospaziale, Orlando a dicembre per l’energia rinnovabile, San Francisco a gennaio 2019 per le Biotecnologie e il Life Science.
 
La corsa alla manifattura e gli investimenti per la reindustrializzazione 4.0 sono trend che le imprese italiane hanno tutte le potenzialità di percorrere. Ne è convinto il Presidente dell’ICE, Michele Scannavini che, in occasione della presentazione milanese degli Innovation Days lo scorso febbraio, ha fotografato un mercato in crescita: «Parliamo della manifattura additiva: nel 2015 si stimava che potesse crescere, a livello globale, di 753 milioni di dollari. Questa cifra, nelle proiezioni per il 2022, si è trasformata in 4,7 miliardi di dollari».
 
Di questo mercato, l’automotive, l’aereospazio, il life science e le macchine industriali rappresenteranno il 75% della domanda: «Il tessuto industriale italiano ha molto da dare in questi campi – ha ricordato Scannavini - imperativo intercettare le grandi potenzialità che la piazza americana può rappresentare in termini di investimenti».