In che forma continueremo a essere noi stessi?

essere-una-macchina_Sito.png

Immaginate un mondo in cui non esistono corpi. Un pianeta popolato da robot pensanti e dotati di coscienza – quella che un tempo era la nostra – in cui le menti sono conservate all’interno di macchine potentissime. È il mondo dei transumanisti, coloro che credono che mente e corpo siano tecnologie ormai desuete, da superare. Il giornalista irlandese Mark O’Connell ha indagato per anni questo fenomeno per scriverne un saggio, Essere una macchina, edito in Italia da Adelphi

Dai convinti seguaci della singolarità tecnologica, ai biohacker che confidano nei sensori sotto pelle per implementare la razza umana, a chi è disposto a pagare duecentomila dollari all’americana Alcor per la crioconservazione del proprio corpo, in attesa di sradicare la propria mente dal corpo (mortale) e impiantarla su un supporto tecnologico molto più resistente: O’Connell intraprende un viaggio, per nulla fantascientifico ma reale ed estremamente documentato, attraverso le infinite strade e spiegazioni che l’uomo si è dato per gestire, superare, affrontare il pensiero della propria vita oltre la morte, della caducità del corpo e della relazione con una tecnologia che viaggia alla velocità della luce. 

Quella che O’Connell chiama "nuova religione" non può essere etichettata come una "semplice" setta di folli tecnoinvasati, tant’è che annovera nelle sue schiere tycoon miliardari di mezza Silicon Valley da Ray Kurzweil, uno dei cervelli di Google, a Elon Musk e Steve Wozniak

Essere una macchina apre una finestra sul futuro cui andiamo incontro, su concetti come vita e morte, corpo e mente, supremazia umana o tecnologica, relazione tra uomo e macchina e, al netto di teorie che possono sembrare, ai più, stravaganti, la domanda che resta da farci è se (e in che forma) continueremo a essere noi stessi e se si riuscirà a far sopravvivere anche l’anima e le nostre “energie”. 

Interrogarsi su quello che saremo in grado di fare nel futuro apre nuove strade a chi, ogni giorno, accetta la sfida di raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi. Mantenere la mente aperta, folle e creativa per trovare nuove soluzioni è il vero trucco…basti pensare a quanto, di quello che vedevamo nei film di fantascienza, oggi è realtà.