Il futuro passa dall’Africa: Google apre il suo primo AI Center in Ghana

Google-AI-Center-in-Ghana_Sito.png

Startup innovative, Industria 4.0, intelligenza artificiale: non stiamo parlando di California, o delle tradizionali patrie dell’innovazione come Israele. Ma dell’Africa, dove negli ultimi anni sono aumentati gli investimenti in tecnologie digitali che stanno trasformando il Continente, dal punto di vista economico e sociale. Sempre più aziende internazionali investono nella formazione in Africa, e in startup e acceleratori di impresa per progetti legati al digitale.
 
Tra questi, Google – che si è recentemente definita una AI first company - ha appena aperto il suo primo Centro di Ricerca sull’Intelligenza Artificiale ad Accra, capitale del Ghana. È il primo AI Center di Google in Africa, dopo quelli già avviati in molti Paesi del mondo, tra cui New York, Tokyo, Parigi e Zurigo.
 
Ad Accra, ingegneri e ricercatori di Google lavoreranno in collaborazione con le Università locali e altri centri di ricerca, per studiare nuove applicazioni dell’intelligenza artificiale utili per lo sviluppo socio-economico dei Paesi africani. L’obiettivo? Trovare soluzioni ad alcune tra le maggiori sfide per il Continente, soprattutto in ambito medico-sanitario, nel settore dell’educazione-formazione e in ambito agricolo, per migliorare i raccolti e incrementare la produzione.