Economia 4.0: 23mila miliardi il valore nel 2025

Rapporto-Huawey_Sito.png

23mila miliardi: questo il valore dell’economia 4.0 nel 2025 secondo la stima di Huawei che ha dato alle stampe il suo rapporto annuale sul tema, il Global Connettivity Index

Secondo l’analisi del colosso cinese sarà l’intelligenza artificiale a trainare l’ascesa delle cinque tecnologie protagoniste della trasformazione digitale - banda larga, data center, cloud, big data e Internet of Things - e tre i settori che assisteranno ad un’importante espansione: la manifattura, l’Ict e i servizi professionali. 

Le 79 economie analizzate dal rapporto sono state suddivise in tre macro gruppi. I Frontrunners, sono i 20 paesi più avanzati, sul podio Stati Uniti, Singapore e Svezia seguiti, in ordine sparso, dalla Gran Bretagna alla Francia, dal Giappone al Canada. 

Gli Adopters sono i paesi evoluti tecnologicamente ma che per una serie di motivazioni non riescono ad entrare nella prima categoria: dalla Spagna alle Filippine passando per l’Italia che si posiziona 28esima. Nonostante la posizione, il Bel Paese si posiziona, tra gli 11 stati più promettenti sul fronte della crescita e dello sviluppo.

Gli Starters: dall’Egitto alla Uganda, dalla Bolivia al Vietnam sono i paesi che hanno cominciato adesso il processo di innovazione. 

Dobbiamo perciò domandarci come fare e quali risorse mettere in campo per non perdere il treno che ci sta passando di fronte. Perchè sfortunatamente le statistiche “appiattiscono” le eccellenze ma noi Italiani sappiamo di quali eccezionalità siamo capaci, non a caso il “brand made in italy” continua ad essere un brand fortissimo. Siamo certi che vi saranno centri di competenza italiani di caratura elevatissima, soprattutto perché molte delle aziende che conosciamo si stanno preparando già da diversi anni. Noi da 5 anni, e tu?