Dimmi che tempo fa e ti dirò che panino ordinare: McDonald’s personalizza la sua offerta con l’intelligenza artificiale

McDonalds_Sito.png

Ordini più veloci, esperienza di acquisto personalizzata, differenziazione dell’offerta: gli obiettivi del colosso McDonald’s sono chiari e per raggiungerli c’è l’intelligenza artificiale. Il big dei fast food è in procinto di raggiungere un accordo con l’israeliana Dynamic Yield, una startup specializzata nella fornitura di strumenti di marketing automatizzato e di ottimizzazione delle campagne destinate ai retailer.  
 
Stando alle fonti americane, McDonald’s ha intenzione di perfezionare il proprio servizio, prevedendo quello che il cliente ordinerà. In che modo? Beh, sono diversi i fattori determinanti: il meteo, il livello di affollamento del locale, il periodo dell’anno solo per citarne alcuni. Non è inconsueto, infatti, che al variare delle stagioni, le persone tendano a consumare cibi in maniera diversa. E non è tutto: se i big data in possesso dei Dynamic Yield dovessero rilevare un brusco sbalzo di temperatura, arriverebbero dei suggerimenti in cucina per indirizzare meglio la realizzazione delle pietanze: calde o fredde, dolci o salate, con promozioni ad-hoc e così via.
 
La sensazione sarà quindi quella di avere tanti piccoli McDonald’s differenti da una città all’altra, ciascuno con le proprie promozioni locali. Per cominciare, verrà implementato il servizio drive-thru. La presenza dell’Intelligenza Artificiale sulle colonnine proporrà condimenti e abbinamenti secondo l’orario di riferimento, così come i prodotti migliori in base al meteo e alla temperatura. Nei momenti di punta invece ci sarà ampia disponibilità di pasti veloci, che vengono preparati a ripetizione. Lo scopo? Vendere di più, vendere meglio, adottando soluzioni dall’alto grado di innovazione (e persuasione). Lo dicono in tanti: e lo pensiamo anche noi. È arrivato il tempo di pensare a un’etica dell'intelligenza artificiale: chi la controlla comincerà a determinare le nostre scelte invece che predirle. Un confine molto sottile a cui dobbiamo fare molta attenzione.