AGV e Trasportatori

Alcuni di noi quando sentono parlare di “AGV” ricordano quella mitica società Italiana (Amisano Gino Valenza, per l’appunto AGV) che nel 1946 cominciò a produrre selle in cuoio e sellini per biciclette. :-)

Solo un anno dopo presero forma i primi caschi da moto e, nel 1949, il primo casco a scodella con la calotta in cuoio. Nel 1977 la AGV si impegna nella realizzazione della prima Clinica Mobile, una struttura in grado di dare le prime cure di emergenza a tutti quei piloti coinvolti in incidenti nel corso delle gare … ma va?!? Da allora la AGV, successo dopo successo, si trasforma in una realtà internazionale e, nel 1996, Valentino Rossi inizia la sua incredibile carriera indossando un casco AGV. (se ti è venuta un po curiosità… il sito della AGV)

Sentendo la stessa parola “AGV”, altri, pensano agli “Automated Guided Vehicle” o “Automatic Guide Vehicle”, cioè a quei veicoli in grado di muoversi autonomamente e di trasportare pallet ed unità di carico.

In questo caso erano gli anni 1954 quando la Barrett Electronics Corporation inventò il primo veicolo AGV al mondo per applicazioni di automazione industriale. Il termine AGV venne introdotto solamente intorno agli anni 1980, prima di allora erano più semplicemente “veicoli senza autista”  (driverless vehicles)

Per la 255 HEC erano gli anni 2010 quando un nostro storico cliente, un consorzio cooperativo costituito da cooperative agricole e agroindustriali, ci chiese di progettare il loro nuovo sistema di trasporto costituito da veicoli laser guidati (AGV).

L’obiettivo era quello di collegare le linee di confezionamento e di produzione al magazzino intensivo attraverso reparti e strade interne, per poter garantire le previsioni di crescita dei flussi, gestire i picchi stagionali e ridurre  il traffico derivato dal trasporto pallet tradizionale.

A seguito di una analisi dei flussi dello stato contingente, delle diverse necessità dei reparti e degli spazi a disposizione siamo giunti a progettare un layout che vede l’integrazione di trasportatori tradizionali a rulli e a catene e di dispositivi AGV.

Per meglio illustrare le potenzialità dei sistemi AGV o LGV ho cercato un filmato su internet, ed eccolo qui, buona visione :-)

 

La realizzazione da parte del cliente finale del nostro progetto ha incrementato l’efficienza del complesso produttivo-logistico e, indirettamente, la sicurezza dei lavoratori.